Questo sito utilizza cookie tecnici o assimilati, per rendere più agevole la navigazione e garantire la funzione dei servizi. Per approfondire, leggi la Privacy Policy.

La Festa del Patrono: una Festa per tutti

Come ogni anno il mese di novembre si apre con la Festa di tutti i Santi e si chiude alla vigilia dell'inizio del nuovo anno liturgico, con la Festa del Patrono, che nell'assemblea celeste degli eletti, guarda piú paternamente a questa porzione di chiesa che risiede nel borgo a lui intitolato.

Per dar lustro alla festa e, soprattutto, per suggellare i legami con la terra d'origine di Colombano e la Chiesa che é in Irlanda, la Conferenza Episcopale dell'isola invia ogni anno un suo Pastore a presiedere la solenne concelebrazione eucaristica della mattinata.

Per l'occasione, oltre alle numerose rappresentanze religiose e civili, partecipano  rappresentanze di alcune comunità colombaniane, accompagnate dai loro parroci.

Nel pomeriggio la comunità è nuovamente ancora convocata per il canto solenne dei Vespri e la tradizionale processione con la statua e la reliquia dei Santo che si snoda nel centro storico del paese . Al suo rientro in chiesa, si celebra il Rito del Lucernario. Si tratta di un momento significativo di preghiera tratto dagli scritti di san Colombano e che prevede l’offerta dell’olio da parte di una comunità colombaniana e l’accensione della lampada votiva che arderà l’intero anno all’altare del Santo.
Il sermone a chiusura dell’intensa giornata è tenuto dal parroco della comunità offerente l’olio.

Mentre una fila interminabile di automezzi (che sostituisce quella di un tempo dei mezzi agricoli) si snoda sul sagrato della chiesa per ricevere  la tradizionale benedizione, il Consorzio Vini doc di San Colombano propone l’assaggio del vino novello insieme ai dolci confezionati dall’associazione delle Ex-Allieve salesiane.
 
In un tempo, come quello che stiamo vivendo, in cui piú insistente sale la preghiera per l’Europa sono a noi rivolte le parole del Beato Giovanni Paolo II tratte dall'esortazione apostolica post-sinodale su "Gesù Cristo, vivente nella sua Chiesa, sorgente di speranza per l'Europa" a proposito dei Santi e della Parrocchia:

“Frutto della conversione operata dal Vangelo é la santità di tanti uomini e donne. Come non pensare agli innumerevoli figli della Chiesa che, lungo la storia del continente europeo, hanno vissuto una -santità generosa e autentica. Tutti costoro, come "pietre vive"' aderenti a Cristo "pietra angolare", hanno costruito l'Europa come edificio spirituale e morale, lasciando ai posteri l'eredità più preziosa .
Sulla parrocchia: "Ancora oggi in Europa, nei Paesi post-comunisti come in Occidente, la Parrocchia , pur bisognosa di costante rinnovamento, continua a conservare ed esercitare una sua missione indispensabile e di grande attualità in ambito pastorale ed ecclesiale. Essa rimane in grado di offrire ai fedeli lo spazio per un reale esercizio della vita cristiana, come pure di essere luogo di autentica umanizzazione e socializzazione.

San Colombano cultore e difensore delle radici Cristiane in Europa prega per noi !

 Elenco dei Vescovi  delegati dalla Conferenza Episcopale Irlandese

2000 Mons. Dermot Clifford, Arcivescovo di Cashel
2001 Mons. John Magee, Vescovo di Cloyne
2002 Mons. John McAreavey, Vescovo di Dromore
2003 Mons. Donal McKeown Vescovo Ausiliare di Down and Connor
2004 Mons. John Fleming, Vescovo di Killala
2005 Mons. Patrick Walsh, Vescovo di Down and Connor
2006 Mons. Diarmuit Martin, Arcivescovo di Dublino
2007 Mons. Eamonn Oliver Walsh, Vescovo Ausiliare di Dublino
2008 Mons. Noel Treanor, Vescovo di Down and Connor
2009 Mons. William Walsh, Vescovo di Killaloe
2010 Mons. Leo O’ Reilly, Vescovo di Kilmore
2011 Mons. Seamus Freeman, Vescovo di Ossory
2012 Mons. Philip Boyce, Vescovo di Raphoe
2013 Card. Sean Brady, Arcivescovo di Armagh e Primate d'Irlanda

 

Cerca

Associazione Amici di San Colombano per l'Europa - Via Ottavio Steffenini, 207 - 20078 San Colombano Al Lambro (MI) - C.F. 97481110159 - Privacy Policy