Questo sito utilizza cookie tecnici o assimilati, per rendere più agevole la navigazione e garantire la funzione dei servizi. Per approfondire, leggi la Privacy Policy.


Parrocchia SS. Maurizio Martire e Colombano Abate

 

Il grazioso borgo, adagiato sulle colline piacentine bagnate dal torrente Tidone, si trova a circa 60 km da Milano e vicino a Bobbio. Il territorio, oggi a vocazione turistica per la sua posizione geografica e l'amenità dei luoghi, ha eccellenze enogastronomiche come salumi (pancetta, coppa e salame) e vini pregiati come il Gutturnio e l’Ortugo. Relativamente a questo aspetto uno degli eventi più significativi è il Wine Fest, organizzato nel giorno della festa patronale dall’Associazione Pianello Frizzante. Durante l’anno si svolgono due importanti Fiere (il primo maggio e verso la fine di Agosto) e in estate il Val Tidone Festival, un concorso musicale internazionale. Tutte queste manifestazioni vedono un grande afflusso di persone non solo provenienti dalla Val Tidone ma anche dalle vallate vicine, dalle provincie confinanti e dall’estero. Storicamente Pianello è stato un importante centro commerciale con numerose botteghe artigiane.  Di tante sono rimasti alcuni negozi storici che hanno prodotti assai apprezzati.

In paese rimangono alcune vestigia del passato come la Rocca Municipale, oggi sede degli uffici comunali, eretta nel XIV sec. dai Dal Verme su di una precedente fortificazione distrutta dall'imperatore Federico Barbarossa. Questa nobile famiglia veronese aveva ricevuto il feudo dai Visconti. Dal 1999 i sotterranei della rocca sono occupati dal Museo Archeologico della Val Tidone costituito da tre sale e gestito dai volontari dell'Associazione Archeologica Pandora che ne ha curato la realizzazione e ne rende possibile la fruizione. Qui si possono ammirare la Stele di Valeria Nardis, un monumento funerario di epoca romana della seconda metà del I secolo d.C., e gli strumenti di lavoro di un Fabbro longobardo, ritrovati durante recenti scavi. In diverse vetrine, inoltre, sono esposti reperti preistorici provenienti da tutta la Valle abitata fin dal Neolitico, come lame di selce, oggetti di metallo e vitrei dell’età del Ferro, bulini utilizzati nelle manifatture tessili e ceramiche dell’antichità, materiale romano dal I sec. a.C. al tardo Impero, un sarcofago, una colonna e due capitelli. In paese vi è anche un piccolo Museo Paleontologico visitabile su prenotazione.

Sempre nel centro del borgo si trova la Chiesa Parrocchiale dedicata ai santi Maurizio e Colombano, che ha la navata centrale risalente al 1250, cui furono aggiunte due navate laterali nel 1600. La facciata, eretta nel 1712, è di non comune eleganza. All’interno si trovano: la preziosa balaustra dell’altare maggiore realizzata con marmi policromi intorno alla metà del Settecento da artigiani milanesi, il coro ligneo del 1777 scolpito da Francesco Perfetti, un pregevole organo antico per accompagnare le cerimonie liturgiche e altre opere di fattura più recente. La chiesa sostituiva l'antica cella-chiesa di S.Colombano, del 1101, un tempo ubicata ai margini del torrente Tidone e citata dall'Abate Wala nella sua "Abbreviatio". Di quell’insediamento di monaci colombaniani rimane testimonianza anche nella toponomastica stradale di Pianello (Vicolo S.Colombano).

Non lontano dal paese sorge la Rocca d'Olgisio, un castello risalente all’ XI sec. e sede dal XIV sec. del potente casato dei Dal Verme.  In precedenza in quel luogo esisteva un sito tardoromano che nel VI secolo fu culla di due sante, Liberata e Faustina; successivamente un convento. La Rocca, ripetutamente assediata durante le guerre scoppiate in Italia tra il XIV e il XVI sec., poi rimase a lungo dimora signorile e durante l’ultima guerra fu sede del Comando partigiano. Intorno alla metà del Novecento venne acquistata dalla famiglia Bengalli che ne curò il restauro. Oggi è un monumento nazionale che fa parte del circuito dei Castelli del Ducato di Parma e Piacenza; in estate è visitabile e ospita manifestazioni artistiche ed un bad&brekfast.

Nella Piana S.Martino, situata presso la Rocca d'Olgisio, inoltre, di recente sono stati rinvenuti reperti di scavo che dimostrerebbero la presenza in quel luogo in epoca tardomedievale di un insediamento di monaci. Questo fatto insieme al documentato insediamento dei colombaniani a Pianello induce a ritenere che allora si fosse instaurata una stretta collaborazione tra la popolazione locale e la comunità monastica dell’Abbazia di Bobbio.

  


 Locandina Festa Patronale 2010

 Locandina Festa Patronale 2012

Cerca



Regione Emilia Romagna
Provincia: Piacenza
Comune: Pianello Valtidone
Superficie: Km36,39
N° Abitanti: 2.264
Nome degli abitanti: Pianellesi

 

Associazione Amici di San Colombano per l'Europa - Via Ottavio Steffenini, 207 - 20078 San Colombano Al Lambro (MI) - C.F. 97481110159 - Privacy Policy