Questo sito utilizza cookie tecnici o assimilati, per rendere più agevole la navigazione e garantire la funzione dei servizi. Per approfondire, leggi la Privacy Policy.

 A Roma il XVII Columban’s Day per l’apertura dell’Anno Giubilare dei 14 secoli dalla morte di San Colombano

Il popolo dei devoti di San Colombano proveniente da varie nazioni europee ha invaso Roma e fatto tappa in tre delle più belle Basiliche della capitale. Come primo momento comunitario l’incontro ecumenico nella Basilica di San Clemente ha aperto i tre giorni del Columban’s Day, giunto alla XVII edizione. Presieduto dall’Arcivescovo Moxon (rappresentante della Chiesa anglicana presso la Santa Sede) e il Vescovo Treanor, di Down and Connor (Irlanda) insieme ad altri membri di varie confessioni religiose, diversi ambasciatori accreditati presso lo Stato Italiano e la Santa Sede. E’ stato portato processionalmente il busto con le reliquie di san Colombano, esposte poi sull’altare sotto il quale è sepolto il terzo Papa e per la prima volta i due santi ricordati nella chiesa nello stesso giorno (23 novembre) sono stati festeggiati insieme. Accanto la cappella dove riposa san Cirillo, uno dei due patroni slavi dell’Europa. Di grande significato la suggestiva cerimonia soprattutto per i molti irlandesi presenti, molti dei quali provenienti da Bangor, cittadina in gran parte protestante.

Il concerto dei THE PRIESTS in Santa Maria Sopra Minerva ha registrato il tutto esaurito; circa 1400 presenze con tanti romani e molti sacerdoti richiamati dalla fama di queste tre preti irlandesi dalle straordinarie doti canore. Il concerto in onore di san Colombano è stato aperto dalla polifonica san Colombano di Santa Giuletta. Il Vescovo Merisi presente ha ricevuto il saluto commosso da parte dei 130 banini presenti.

I pellegrini si son dati tutti convegno sabato 11 ottobre nella Cattedrale di San Giovanni in Laterano, 1400 colombaniani hanno salutato l’ingresso delle reliquie del monaco accompagnato da un centinaio tra parroci delle parrocchie convenute, sacerdoti e missionari di san Colombano. Presenti i cardinali Brady per l’Irlanda e quello di Seul e Hong Kong e una decina di Vescovi tra cui quello di Piacenza Bobbio Mons. Ambrosio, di San Gallo, e dall’Irlanda quelli di Dublino, di Derry e Killaloe.

Il card. Vallini ha poi presieduto la solenne Concelebrazione eucaristica durante la quale le letture e le preghiere dei fedeli sono state pronunciate nella varie lingue. Il vicario del Papa si è detto colpito e riconoscente per l’impegno appassionato di questi anni che ha fatto crescere una famiglia testimone fedele di Cristo in Europa.

Al termine, Mauro Steffenini, a nome di tutti i pellegrini, ha ringraziato il porporato sottolineando come nella Chiesa madre di tutte le chiese si stava avverando dopo 1400 anni un grande desiderio di Colombano, attraverso i suoi figli del terzo millennio, quello di raggiungere Roma, non riuscendo in vita in quanto morì a Bobbio senza raggiungere le tombe di Pietro e Paolo.

E’ stato ricordato l’appello del Papa lanciato solo pochi mesi fa: “L’Europa è stanca. Dobbiamo aiutarla a ringiovanire, a trovare le sue radici. E’ vero: ha rinnegato le sue radici. E’ vero. Ma dobbiamo aiutarla a ritrovarle”. E questo impegno delle comunità parrocchiali è piccola cosa, ma l’entusiasmo e il convincimento sono grandi, perché questa nostra Europa ritrovi le sue radici e le ritrovi in Cristo.

Il Vescovo Ambrosio ha poi invitato tutti a Bobbio, presso la tomba di Colombano per sentirci Chiesa viva che attinge da Cristo la fiducia per la sua missione e per affidare le nostre famiglie, le nostre parrocchie e la nostra Europa alla protezione di questo grande santo europeo.

Ha annunciato la data: 30 agosto 2015 per il XVIII meeting delle Comunità Colombaniane. Domenica mattina, sempre nella Basilica dove è sepolta Caterina da Siena, altra compatrona d’Europa sepolta a Roma, è stata presieduta dal Primate di Tutta l’Irlanda una messa di ringraziamento. Ancora grande la partecipazione e don Mario Cipelli, Canonico Onorario di Armagh, ha ringraziato a nome di tutti l’Arcivescovo Emerito di Armagh che ha sempre incoraggiato, fin dal Duemila, questo movimento originale ma molto fecondo e che ha trovato nella parrocchia banina un punto di riferimento.

Nella Piazza San Pietro poi i pellegrini si sono radunati per l’Angelus e il Papa ha salutato le Associazioni degli Amici di San Colombano convenute per l’apertura dell’Anno giubilare del grande evangelizzatore dell’Europa. Non poteva meglio terminare il pellegrinaggio “europeo” con la soddisfazione di tutti.


Programma Columban's Day

Locandina Concerto The Priests

Annuncio data e luogo del XVIII Columban's Day

Invito del Vescovo di Piacenza-Bobbio Mons. Gianni Ambrosio

Lettera del Cardinale Vicario di Roma Agostino Vallini

Lettera di ringraziamento al Card. Vicario

Riflessione dell'Arc. David Moxon ai Vespri Ecumenici

Omelia del Card. Agostino Vallini

Omelia del Card. Sean Brady

Saluto ai pellegrini al termine della S.Messa

Annuncio della data e della sede del Columban's Day 2015

Rassegna stampa: da "Il Cittadino"


 

Cerca

Associazione Amici di San Colombano per l'Europa - Via Ottavio Steffenini, 207 - 20078 San Colombano Al Lambro (MI) - C.F. 97481110159 - Privacy Policy